“Rosso come il sangue”

“Rosso come il sangue”

Sdraiato supino sull’erba, con una gamba tesa e una piegata, le braccia dietro la testa e il berretto appena appoggiato sulla fronte, masticava un filo d’erba. Era uscito subito dopo mangiato, aveva attraversato la cucina scura verso la corte della