Temporale

Temporale

Di quel che rimarrà, nulla sappiamo.

 

Batte la notte  lo scroscio della pioggia

lampeggia in cielo una collera cupa-

sento rotolare gli oggetti sul balcone,

distrutta ogni opera voluta con amore

e ogni piccola cosa, ogni fragile cosa,

disfarsi come sabbia nel turbine del vento.

 

Di quel che rimarrà, nulla sappiamo.

 

Si affollano alla mente mille volti e poi  mille,

mescola la memoria voci dimenticate,

E quello che non fu, e il bene e il male

le cose dette , i soffocati  sentimenti, le

occasioni  perdute…tutto si mescola tra

lampi e tuoni  in questa notte nera.

 

Di quel che rimarrà, nulla sappiamo

 

Solo vorrei  scacciare pensieri di tormento,

vorrei con la mia mano carezzarti la fronte

 

(c) GdL

 

Commenti

  • Gianfranco Gianfranco 10 Ottobre, at 18:12

    Brava Giovanna. Bella poesia significativa

    Reply
  • Filippo Filippo 12 Novembre, at 23:34

    È stata la nostra Professoressa di Lettere.
    Di lei mi rimane la passione che traspariva dalle sue lezioni.
    Eccezionale le sue letture dei vari canti della Divina Commedia, che riuscivano a scalfire anche gli animi un po’ duri di noi aspiranti geometri.. I ricordi di quei momenti sono ancora vividi ..GRAZIE cara Professoressa per tutta la passione che ci ha dedicato ! Filippo P
    a.s. 1985/1989

    Reply
  • Giovanna de Luca Giovanna de Luca 30 Dicembre, at 19:13

    Il caso vuole chhe io legga ora il commento di Filippo! Ma mi manca il cognome per ricordare chi egli sia! Grazie infinite,grzie!

    Reply

Lascia un commento